Bio Italiano

Apprezzato dalla critica per il suo “suono eccezionale” (MusicalAmerica), Giorgio Consolati è il primo flautista nella storia del Conservatorio Verdi di Milano ad ottenere il diploma tradizionale con la votazione di 10, lode e menzione speciale nel 2012. Dopo gli studi sotto la guida di Rocco Abate, ha studiato con Chiara Tonelli (Primo flauto della Mahler Chamber Orchestra) presso la Scuola di Musica di Fiesole, conseguendo l’esame finale con votazione di 100 e lode. Negli stessi anni ha inoltre studiato con Paola Fre (Ensemble Sentieri Selvaggi) e ottavino con Nicola Mazzanti (Ottavino solista dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino). Attualmente si sta perfezionando sotto la guida di Carol Wincenc presso la Juilliard School a New York dove è beneficiario della prestigiosa Kovner Fellowship.

Giorgio si è recentemente esibito come solista con la Juilliard Orchestra diretta da Alan Gilbert nel Concerto di Christopher Rouse presso la David Geffen Hall. Ha inoltre suonato il Concerto per Flauto e Arpa con la National Repertory Orchestra in Colorado e con l’Orchestra del Conservatorio di Milano. Giorgio si è esibito in diverse formazioni nell’ambito del festival Milano Musica, i cui concerti sono stati trasmessi da Rai Radio Tre. Attualmente Giorgio collabora attivamente con New Juilliard Ensemble e AXIOM, i due ensemble dediti alla musica contemporanea della Juilliard School.

Giorgio suona regolarmente nell’Orchestra della Juilliard School, con cui si è esibito in qualità di primo flauto sotto la direzione di Alan Gilbert, Gianandrea Noseda, Peter Oundjian, David Robertson, Speranza Scappucci, Gerard Schwarz e David Zinman, in prestigiose sale newyorkesi quali Carnegie Hall, Peter Jay Sharp Theater, David Geffen Hall e Alice Tully Hall. Giorgio ha inoltre suonato con la National Repertory Orchestra, ha partecipato al Norfolk Chamber Music Festival ed è stato recentemente invitato al prestigioso Marlboro Music Festival.

Giorgio ha frequentato corsi e masterclasses tenuti da importanti flautisti tra cui Sir James Galway, Patrick Gallois, Maxence Larrieu e Marina Piccinini, ricevendo sempre apprezzamenti per le sue doti musicali e tecniche. Vincitore di numerosi concorsi, si è classificato I al Concorso Nazionale Flautistico Emanuele Krakamp – categoria B, I ex aequo al Premio Arnaldo Rancati presso il Conservatorio di Milano, III ex aequo (I premio non assegnato) al 9° Concorso Flautistico Internazionale Leonardo De Lorenzo e I al National Society of Arts and Letters Woodwind Competition 2018. Giorgio ha anche vinto il primo premio al Golden Classical Awards Music International Competition e all’ Alexander & Buono International Flute Competition, che gli hanno dato la possibilità di esibirsi in concerto presso la prestigiosa Carnegie Hall di New York.